Open menu
  • Percorsi turismo e moda in Lombardia


     TheOneMilano ha selezionato alcune mete in Lombardia tra moda e turismo. CRESPI D’ADDA, in provincia di Bergamo, è una realtà unica: un intero paese sorto dal nulla a fine ‘800 per volere del titolare di una fabbrica tessile.

  • Villaggio Crespi d'Adda, il paese ideale

    Il Villaggio Crespi d’Adda è una vera e propria cittadina completa, costruita dal nulla a cavallo tra Otto e Novecento dalla famiglia di industriali cotonieri Crespi per i dipendenti della fabbrica tessile e le loro famiglie.

    La famiglia Crespi risiedeva nel Castello del villaggio e l’idea era di dare a tutti i dipendenti una villetta con orto e giardino e di fornire tutti i servizi necessari alla vita della comunità: chiesa, scuola, ospedale, dopolavoro, teatro, bagni pubblici…

    Il Villaggio è nato nel 1878 sulla riva dell’Adda, in provincia di Bergamo. La fabbrica è rimasta in funzione fino al 2003 e ancora oggi il villaggio di Crespi ospita una comunità in gran parte discendente degli operai che vi hanno vissuto o lavorato.

    L’Unesco ha accolto Crespi d’Adda nella Lista del Patrimonio Mondiale Protetto in quanto “Esempio eccezionale del fenomeno dei villaggi operai, il più completo e meglio conservato del Sud Europa”.

  • Come arrivare

    DA MILANO A CRESPI D’ADDA

    IN AUTO da Milano
    ca 40 KM. – ca 50 min di viaggio
    TANGENZIALE EST dir. Bergamo /AUTOSTRADA A4 Torino-Trieste  dir. Bergamo
    Uscita Capriate + indicazioni per Crespi d’Adda 2,5 km

    MEZZI PUBBLICI DA MILANO CENTRO (35 km)
    necessari cambi mezzo e 20 min ca a piedi
    METROPOLITANA M2 (verde) fermata Gessate o  fermata Cologno Nord
    METROPOLITANA MM1 (rossa) fermata Sesto S.G.
    + Linee di superficie per TREZZO d’ADDA fermata via BIFFI (pensiline vicino al ponte)
    +  20 minuti a piedi attraverso Concesa e passerella sul fiume

    MAPPA DI CRESPI D’ADDA
    click qui per vedere la mappa interattiva di Crespi d’Adda
    con il percorso pedonale che attraversa il villaggio dalla Chiesa al Cimitero

  • GLI ELEMENTI PRINCIPALI DELLA VISITA

    La Fabbrica (esterno)
    L’ingresso del cotonificio di Crespi è oggi l’immagine più conosciuta dai visitatori.

    Dalla strada principale è possibile ammirare il cancello in ferro battuto, la ciminiera e le palazzine dirigenziali che creano una superba composizione, simbolo dell’architettura industriale a cavallo tra Otto e Novecento.

    La fabbrica di Crespi è a piano unico. Ai lati dell’ingresso, lungo la via, i capannoni a shed caratterizzati da eleganti decorazioni in cotto e mattoni si ripetono in una affascinante prospettiva.

  • ph: SaeComunicazioneIntegrata

  • ph: SaeComunicazioneIntegrata

  • IL CASTELLO, LE VILLE E LE CASE OPERAIE (esterno)
    La villa padronale dei signori Crespi (non visitabile) è simile a un imponente castello medioevale e si trova poco lontano dal centro e dalla fabbrica, vicino alle rive del fiume.

    Il Villaggio è costituito da file di case operaie disposte ordinatamente, con i loro orti e giardini. Queste abitazioni dall’aspetto semplice ma gradevole erano soluzioni abitative d’avanguardia ad imitazione di abitazioni operaie inglesi.

    Alle case operaie si aggiungono le ville volute dai Crespi nella seconda metà degli anni Venti, in stile eclettico. Estrose ed eleganti, erano assegnate principalmente a direttori, capireparto e impiegati.

  • I SERVIZI ALLA COMUNITA’
    La chiesa : perfetta copia di quella di Busto Arsizio, edificio di scuola bramantesca. La famiglia Crespi la volle riproporre nel villaggio, segno di affetto verso il paese d’origine e verso la cultura italiana.
    La scuola : forniva un servizio educativo alla comunità e nasceva dall’esigenza di formare i futuri dipendenti, elevandone il livello della preparazione tecnica.
    Il dopolavoro: con sale attrezzate per attività culturali, sportive, educative e assistenziali nacque allo scopo di promuovere la ricreazione della popolazione
    Il lavatoio: permetteva alle lavandaie di lavare i panni vicino alle case, senza dover raggiungere il fiume con le pesanti ceste colme di panni.
    Il cimitero : si trova al termine della via principale, dal lato opposto rispetto alla chiesa. L’imponente monumento funebre della famiglia Crespi si erge possente sulle tombe dei dipendenti, piccole lapidi poste in ordine nel prato.

  • ph: SaeComunicazioneIntegrata

  • VISITE
    La visita al villaggio è libera e gratuita.
    In quanto paese abitato, a Crespi non vi sono ingressi formali, né biglietti di ingresso, né orari di ingresso.
    Si richiede un comportamento rispettoso degli abitanti.
    Da Marzo a Novembre i visitatori devono lasciare la vettura nel parcheggio esterno di Crespi.

  • Visite guidate per GRUPPI PICCOLI (da 1 a 10 persone) :
    da marzo a novembre, Sabato pomeriggio e Domenica pomeriggio

    RECAPITI: Ufficio “Crespi Cultura” – piazzale Vittorio Veneto 1,  Crespi d’Adda in Capriate (BG) Tel +39.02.90987191 –  info@villaggiocrespi.it
    Orari apertura uffici: lun-ven 9:00-12:30; sab e dom 10:00-12:30
    WEBwww.villaggiocrespi.it

Mifur Srl | Sede Operativa e Legale: via A. Riva Villasanta, 3 - 20145 Milano | mifur@pec.it
Codice Fiscale: 97179610155 | P.iva: 12143280159 | REA: MI – 1660482
Capitale sociale € 16.500
  • Fiera Milano
  • Fiera Milano
  • Fiera Milano